Visitare Firenze significa immergersi in un luogo magico, culla della cultura italiana e del Rinascimento.

La città non ha bisogno di presentazioni: le sue chiese, le sue piazze, il suo fascino unico hanno conquistato turisti e appassionati d’arte di tutto il mondo, incantato scrittori e registi.

Cosa vedere dunque a Firenze?

Ecco alcuni suggerimenti e i luoghi assolutamente da non perdere.

Il Duomo di Santa Maria del Fiore, simbolo della città

Firenze DuomoIl primo posto da visitare a Firenze è senza ombra di dubbio il Duomo di Santa Maria del Fiore, simbolo della città, chiesa tra le più famose in Italia e terza, nel mondo, per dimensioni. La cattedrale, maestosa ed elegante, è un vero monumento al gusto rinascimentale. I marmi chiari e scuri che la rivestono, le decorazioni della facciata, lo slancio della cupola: ogni dettaglio è pura armonia e misura.

La Cupola e le intuizioni di Brunelleschi

Firenze Cupola BrunelleschiSe l’interno del duomo può apparire austero e semplice, la cupola affrescata dal Vasari e Federico Zuccari è un tripudio di colori e immagini che si susseguono scena dopo scena. Una decorazione degna per un’opera architettonica senza precedenti. La cupola realizzata da Brunelleschi è, infatti, un caso unico: la più grande mai realizzata in muratura, un gioiello nato grazie alle intuizioni di un progettista eccezionale.

Il campanile del Duomo, capolavoro di Giotto

Firenze Campanile GiottoAnche il campanile di Giotto, accanto al Duomo, è uno dei simboli di Firenze. Cose da vedere non ne mancano visto che la torre, alta 85 metri, non solo riprende i colori e i motivi della chiesa, ma li esalta con una ricca decorazione scultorea, opera di Andrea Pisano.

Un battistero dalle origini antiche

Firenze BattisteroAnche se il Duomo è un vero simbolo del Rinascimento italiano, il suo battistero è sicuramente di origini molto più antiche. Lo stile architettonico è quello elegante del romanico fiorentino, con l’alternanza di marmi chiari e scuri, mentre all’interno il mosaico della cupola lascia letteralmente senza fiato.

Brunelleschi e la prospettiva in San Lorenzo

Firenze San LorenzoCosa vedere a Firenze dopo il Duomo? La vicina chiesa di San Lorenzo, è assolutamente uno dei luoghi da non perdere. La facciata austera in pietra grezza non deve ingannare: l’interno è un vero capolavoro, opera di Brunelleschi, che sfruttando la ripetizione ritmica di moduli e forme seppe creare un gioco prospettico armonioso e di grandissima suggestione.

Le Cappelle Medicee e la tomba di Lorenzo il Magnifico

Firenze Cappelle MediceeDietro la chiesa di San Lorenzo si accede alle Cappelle Medicee, luogo di sepoltura dei più importanti signori di Firenze. Vi si possono ammirare la cripta, la Cappella dei Principi e la Sagrestia Nuova, con le tombe di Lorenzo il Magnifico e Giuliano de’ Medici realizzate da Michelangelo.

Palazzo Medici Riccardi: dal Rinascimento al barocco

Firenze Palazzo Medici RiccardiNon lontano da San Lorenzo, Palazzo Medici Riccardi fu la residenza di Cosimo il Vecchio, che fece erigere la sua dimora secondo i canoni eleganti e sobri del Rinascimento, cui si aggiunsero gli slanci barocchi con l’arrivo della famiglia Riccardi. Oggi il palazzo è sede del consiglio provinciale e di importanti mostre.

Cosa vedere a Firenze? Si prosegue con piazza della Signoria

Firenze Piazza della SignoriaDopo il Duomo e la vicina San Lorenzo, nei luoghi da visitare a Firenze non può mancare piazza della Signoria, una delle più belle e famose piazze d’Italia, sede del potere civile e per secoli cuore della città, con il Palazzo Vecchio, la Fontana di Nettuno, la Loggia dei Lanzi e gli altri antichi palazzi storici.

Palazzo Vecchio, la sua torre, i suoi capolavori

Firenze Palazzo VecchioPalazzo Vecchio è la più perfetta sintesi di come l’architettura del medioevo esprimesse il potere civile. Ancora oggi sede del Comune, l’edificio trecentesco, con le sue merlature e la torre, simbolo della città, custodisce capolavori di Vasari, del Ghirlandaio, di Michelangelo, Donatello e del Verrocchio.

La Fontana del Nettuno e Cosimo de’ Medici

Firenze Fontana del NettunoVoluta da Cosimo de’ Medici per celebrare il crescente potere marittimo del granducato di Toscana, la cinquecentesca Fontana del Nettuno è la più celebre delle fontane cittadine. Fu realizzata da Bartolomeo Ammanati, che per ritrarre la divinità classica si ispirò ai tratti del viso del signore di Firenze.

Le preziose statue della Loggia dei Lanzi

Firenze Loggia dei LanziLa Loggia dei Lanzi, un tempo usata dai granduchi per le cerimonie pubbliche, è un vero museo a cielo aperto, fruibile giorno e notte nel cuore di Firenze. Cosa vedere sotto le sue volte? Le preziose sculture di epoca romana e le opere, a tema mitologico, dei più grandi maestri del Cinquecento.

Gli Uffizi, arte senza eguali in un museo unico al mondo

Firenze Galleria degli UffiziNon lontano da piazza della Signoria la Galleria degli Uffizi è certamente uno dei più importanti posti da visitare a Firenze. Si tratta della più grande collezione al mondo di dipinti e sculture del Rinascimento. Da Cimabue a Caravaggio, da Giotto a Leonardo, da Michelangelo a Raffaello, dal Canaletto a Botticelli: un museo unico in cui la bellezza e l’arte sono protagonisti.

Il Ponte Vecchio e le botteghe orafe

Firenze Ponte VecchioIl Ponte Vecchio, facilmente raggiungibile dagli Uffizi, è il più antico della città ed uno dei luoghi più suggestivi di Firenze. Di giorno le botteghe degli orafi animano la strada con le loro vetrine, mentre di notte le antiche imposte di legno chiudono per lasciare spazio ad un’atmosfera affascinante e indimenticabile.

Piazza Santa Croce: arte, movida e… sport

Firenze Piazza Santa CroceDopo piazza della Signoria e gli Uffizi il passo successivo è piazza Santa Croce, una delle più importanti di Firenze. Luoghi di interesse, come la basilica, il monumento a Dante e gli antichi palazzi, non mancano, ma la piazza è anche il luogo preferito per la vita notturna, la sede di concerti e spettacoli e, a giugno, il campo dove si gioca il tradizionale calcio storico fiorentino.

La basilica di Santa Croce, “tempio delle itale glorie”

Firenze Basilica Santa CroceConosciuta in tutto il mondo come il “tempio delle itale glorie”, la basilica di Santa Croce domina la piazza con la sua bellissima facciata. All’interno le tombe di italiani illustri come Rossini, Michelangelo, Macchiavelli, Galileo, Foscolo e Alfieri. Solo Dante manca all’appello, ma un grande monumento ricorda comunque il padre della lingua italiana.

A piedi nel Borgo dei Greci

Firenze Borgo dei GreciPer raggiungere piazza Santa Croce da piazza della Signoria si percorre il suggestivo Borgo dei Greci, una delle vie più affascinanti di Firenze. Il nome, citato anche nella Divina Commedia, viene dalla famiglia fiorentina de’ Greci, che possedeva quasi tutti i palazzi affacciati sulla strada.

Giotto, Masaccio e il Ghirlandaio a Santa Maria Novella

Firenze Santa Maria NovellaDopo Santa Croce merita una visita anche Santa Maria Novella, una delle chiese più belle di Firenze. La facciata rinascimentale nasconde un edificio più antico, che nelle navate gotiche custodisce opere di grandi maestri come il Ghirlandaio, Masaccio e Giotto, autore del grande crocifisso ligneo.

La chiesa di Orsanmichele e le arti fiorentine

Firenze OrsanmicheleUn’altra chiesa assolutamente da visitare è quella di Orsanmichele, in pieno centro. Fu realizzata al posto di un antico oratorio presso il quale anticamente si radunavano le corporazioni degli artigiani di Firenze. Ecco perché, ancora oggi, la chiesa ospita numerosi tabernacoli decorati con statue che rappresentano le arti.

Dante e Beatrice a Santa Margherita dei Cerchi

Firenze Santa Margherita dei CerchiLa storia di Firenze si intreccia con quella del suo poeta più famoso, Dante Alighieri, che nacque nei pressi della chiesa di Santa Margherita dei Cerchi. Piccola e antica, si dice che fu la cappella dove Dante incontrò Beatrice Portinari, figura che ispirò le sue liriche e le pagine più belle del Paradiso.

Le sculture di Donatello al Museo del Bargello

Firenze Museo del BargelloOltre alle chiese, Firenze offre anche moltissimi musei a chi visita la città. Se gli uffizi sono la principale collezione pittorica di Firenze, il Museo del Bargello ospita una raccolta di scultura senza eguali e il celebre David in bronzo realizzato da Donatello. Il palazzo, austero e severo, era un tempo sede dei capitani del popolo, che amministravano la giustizia.

Il David di Michelangelo alle Gallerie dell’Accademia

Firenze David Michelangelo Gallerie AccademiaTra le cose da vedere a Firenze c’è di sicuro anche il David di Michelangelo, esposto nelle scenografiche sale delle Gallerie dell’Accademia, assieme alle Prigioni, al San Matteo e alla Pietà di Palestrina, altre importantissime sculture di questo grande maestro del Rinascimento.

Armonia e fede nel Museo di San Marco

Firenze Museo di San MarcoNon lontano dalle Gallerie dell’Accademia il Museo di San Marco offre l’opportunità di visitare un convento quattrocentesco pensato e costruito secondo le innovazioni di Brunelleschi, con architetture che accompagnano la vita monastica in maniera armonica e razionale.

Il Museo Archeologico e la Chimera d’Arezzo

Firenze Chimera d’Arezzo Anche il Museo Archeologico è uno dei più visitati a Firenze. Si trova nei pressi delle Gallerie dell’Accademia e ospita una ricca sezione di reperti romani, greci e persino egizi. La collezione più famosa è tuttavia quella etrusca, con la celebre Chimera d’Arezzo.

La tradizione del marmo nell’Opificio delle Pietre Dure

Firenze Opificio delle Pietre DureL’opificio delle Pietre Dure è uno dei musei più curiosi e meno conosciuti di Firenze. Posti da visitare ce ne sono tantissimi ma nessuno, a parte l’opificio, si focalizza sulla lavorazione del marmo, anziché sulle opere finite. Il museo racconta la storia di un’arte antica e importantissima, ancora oggi indispensabile per mantenere in perfetto stato i capolavori del Cinquecento fiorentino.

Museo e non solo: l’Ospedale degli Innocenti

Firenze Ospedale degli InnocentiUna tra le più antiche opere del Rinascimento e prima struttura in Europa nata per ospitare i bambini abbandonati, l’Ospedale degli Innocenti è tra le più belle architetture di Brunelleschi, con i chiostri e un museo che ospita opere di Botticelli e del Ghirlandaio. Ancora oggi la struttura mantiene la sua vocazione accogliendo anche due asili nido, una scuola materna e tre case famiglia per madri in difficoltà.

Palazzo Strozzi e le sue mostre

Firenze Palazzo StrozziTra i musei del centro di Firenze l’imponente Palazzo Strozzi è celebre per le numerose mostre temporanee che vi vengono allestite: un vero tempio per l’arte di tutti i tempi. Vi trova sede inoltre un ente importantissimo per la città: l’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento.

Palazzi antichi e negozi eleganti in via della Vigna Nuova

Firenze Via della Vigna NuovaIl centro di Firenze non è solo chiese, monumenti e musei, ma anche il luogo perfetto per una gradevole passeggiata in vie dall’atmosfera unica. Una delle più belle ed eleganti è certamente via della Vigna Nuova, con il bellissimo Palazzo Rucellai, la loggia e i negozi che si affacciano da ogni lato.

Moda e shopping in via Tornabuoni

Firenze Via TornabuoniAncora più elegante di via della Vigna Nuova, via Tornabuoni è una delle principali strade di Firenze già dal Rinascimento. Qui avevano la loro dimora le famiglie più influenti e oggi si caratterizza per la presenza delle boutique di moda più prestigiose, con le vetrine dei grandi marchi del Made in Italy.

Piazza della Repubblica, tra portici e caffè storici

Firenze Piazza della RepubblicaIn una città medievale e rinascimentale come Firenze l’ottocentesca piazza della Repubblica è un caso unico. Fu realizzata ai tempi della proclamazione a capitale d’Italia e, con i suoi portici e caffè storici, ricorda quell’epoca. Per secoli fu il cuore della vita cittadina, prima come foro romano e poi come piazza del mercato.

Piatti tipici e bancarelle al Mercato di San Lorenzo

Firenze Mercato di San LorenzoSe l’attuale piazza della Repubblica era sede del mercato nel medioevo, oggi i banchi si trovano al Mercato San Lorenzo, che sotto l’ala coperta ospita frutta, verdura e anche chioschi che offrono piatti tipici tradizionali e non, già pronti da gustare.

Oggetti di ogni tipo al Mercato del Porcellino

Firenze Mercato del PorcellinoUn altro mercato storico è quello “del porcellino”, che trae il nome dalla secentesca statua di un cinghiale che lo caratterizza. La Loggia del Mercato Nuovo (questo il suo vero nome) ospita oggi articoli di ogni tipo: dai vestiti alla pelletteria, passando per l’artigianato tipico toscano.

Alla scoperta dell’Oltrarno e di San Frediano

Firenze Chiesa San Frediano in CestelloCosa vedere a Firenze una volta esplorato tutto il centro storico? Superando il Ponte Vecchio il quartiere Oltrarno offre moltissime opportunità, a partire dalle vie e dalle piazze di San Frediano, borgo caratteristico con numerose botteghe, negozietti e ottimi ristoranti.

Santa Maria del Carmine, gioiello barocco

Firenze Santa Maria del CarmineLa chiesa di Santa Maria del Carmine è una delle più belle che si possano visitare nel quartiere Oltrarno, un vero gioiello del barocco con decorazioni e cappelle che scandiscono la navata. Fu ricostruita nel Settecento dopo un devastante incendio, che distrusse le precedenti architetture medievali.

La Cappella Brancacci, sopravvissuta alle fiamme

Firenze Cappella BrancacciDall’incendio che colpì Santa Maria del Carmine sopravvisse solo una delle cappelle, quella della famiglia Brancacci. Affrescata nel Quattrocento da Massaccio e Masolino da Panicale, è uno dei più straordinari esempi di pittura rinascimentale di tutta Firenze.

La Chiesa del Santo Spirito: prospettiva ed eleganza

Firenze Chiesa Santo SpiritoAnche la chiesa del Santo Spirito merita una visita nel quartiere Oltrarno. Simile, nella progettazione dell’interno, a quella di San Lorenzo, fu disegnata da Brunelleschi, che però morì prima di poterla realizzare. Gli originali giochi prospettici e l’eleganza dei moduli che si ripetono ritmicamente rimane, segno del talento di un artista che ha reso Firenze una città unica.

Palazzo Pitti, dimora dei granduchi

Firenze Palazzo PittiNon si può visitare Firenze e l’Oltrarno senza aver visto Palazzo Pitti, un edificio grandioso, progettato da Brunelleschi e Pietro Ammanati, abitato prima dalla famiglia Pitti e poi dai Medici, che vollero realizzare le due ali laterali e lo sfarzoso cortile, infine dai Lorena. Qui si trovano alcuni dei più importanti musei cittadini e i celebri Giardini di Boboli.

Tra i dipinti della Galleria Palatina

Firenze Galleria PalatinaLa Galleria Palatina è il più importante dei musei di Palazzo Pitti. Occupa l’intera ala sinistra del complesso e attraversa gli appartamenti reali, oggi allestiti per ospitare una collezione ricchissima, che comprende opere di Raffaello, Tiziano, Correggio, Rubens e Piero da Cortona.

Nelle sale dei Lorena la Galleria d’Arte Moderna

Firenze Galleria d’Arte ModernaIl naturale proseguimento della Galleria Palatina è la Galleria d’Arte Moderna. Qui si trovano quadri e sculture che vanno dal Settecento alla Prima Guerra Mondiale, in mostra nelle ottocentesche sale neoclassiche che furono abitate dalla famiglia dei Lorena.

Il Museo degli Argenti e la storia di Lorenzo il Magnifico

Firenze Museo degli ArgentiAnche il Museo degli Argenti, che custodisce gli oggetti commissionati dai Medici durante il loro granducato, merita una visita. Si trova nelle sale estive di Palazzo Pitti, affrescate con la storia di Lorenzo il Magnifico, raccontata attraverso allegorie classiche.

La Galleria del Costume: una collezione unica in Italia

Firenze Galleria del CostumeNon esiste in Italia una collezione di abiti ed accessori ricca come quella della Galleria del Costume, che a Palazzo Pitti ospita 6mila pezzi dal Settecento al Novecento. La scelta è tanto ampia che ogni due anni i vestiti in mostra vengono sostituiti, in modo da riuscire, a rotazione, ad esporli tutti quanti.

I servizi di re e granduchi al Museo della Porcellana

Firenze Museo della PorcellanaAnche il Museo della Porcellana fa parte del percorso di Palazzo Pitti, pur trovandosi nel vicino Casino del Cavaliere, sulla collina di Boboli. La collezione raccoglie i servizi da tavoli appartenuti ai Medici, ai Lorena e ai Savoia, una raccolta di pezzi unici di inestimabile valore.

Molto più di un parco: i Giardini di Boboli

Firenze Giardino BoboliParlare dei Giardini di Boboli come di un semplice parco sarebbe riduttivo: si tratta di un’opera monumentale tra le più belle di Firenze. Cose da vedere all’interno di questo luogo incantevole non ne mancano: dai sentieri ai prati che conducono a statue e fontane, dall’anfiteatro romano alla Grotta del Buontalenti, dal Giardino del Cavaliere alle terrazze che guardano al palazzo.

I misteri esoterici nei Giardini Torrigiani

Firenze Giardini TorrigianiNon lontano dal Giardino di Boboli, anche i Giardini Torrigiani sono uno dei parchi più interessanti di Firenze. Realizzati secondo il gusto dei giardini romantici ottocenteschi, i sentieri e le statue seguono percorsi ispirati ai misteri della massoneria, che culminano con la torre neogotica, sormontata dall’osservatorio astronomico.

Il panorama più bello da Piazzale Michelangelo

Firenze veduta da Piazzale MichelangeloL’Oltrarno è anche famoso per il Piazzale Michelangelo, una terrazza che si apre sulla città intera, meta prediletta da chi cerca una vista unica. L’intero centro storico, la cupola di Brunelleschi, la torre di Palazzo Vecchio, il fiume e il Ponte Vecchio: non c’è panorama più bello.

San Miniato al Monte, capolavoro del romanico fiorentino

Firenze San Miniato al MonteLa visita al Piazzale Michelangelo può essere occasione per visitare la bellissima chiesa di San Miniato al Monte, splendido esempio del romanico fiorentino. Come per il battistero del Duomo i marmi chiari e scuri esaltano le forme architettoniche di questo antichissimo luogo di culto.

Tra il Giardino delle Rose e l’oasi giapponese

Firenze Giardino delle RoseAccanto al Piazzale Michelangelo si trova un luogo estremamente romantico, ideale per una passeggiata. Il Giardino delle Rose ospita le varietà più belle di questo delicato fiore, oltre ad un’oasi in stile giapponese realizzata per celebrare il gemellaggio di Firenze con Kyoto.

La scalinata barocca dei Giardini Bardini

Firenze Giardini BardiniScendendo dal Giardino delle Rose si incontrano i Giardini Bardini, che proseguono fino a quelli di Boboli. La parte più affascinante è sicuramente la grande scalinata barocca dalla quale è possibile godere di una vista davvero incredibile sulla città.

A piedi o in bici nel Parco delle Cascine

Firenze Parco delle CascineChi ama i parchi infine non può non fare una passeggiata nel Giardino delle Cascine, la più grande area verde della città. Sentieri, percorsi ciclabili e camminate attendono i visitatori, che possono leggere nei pressi del fiume o godersi la calma dei prati a pochi passi dal centro storico.

Bruschette e Fiorentina: i sapori di Firenze

A tavola FiorentinaLa fama di Firenze non riguarda solo il mondo dell’arte e chi visita questa splendida città può trovare ottime occasioni per gustare tutti i piatti tipici della tradizione, dalle bruschette ai salumi tradizionali, dalla minestra di pane alla schiacciata, senza scordare la Fiorentina: la bistecca spessa con l’osso.

A tavola con un calice di Chianti

Calice ChiantiI piatti fiorentini devono essere rigorosamente accompagnati dal vino locale, uno dei fiori all’occhiello della tradizione. Il Chianti è ovviamente il principe della tavola in Toscana, prodotto da uve sangiovese maturate nelle campagne che circondano Firenze.

Arte e sapori unici in una città indimenticabile

Firenze veduta notturnaCon i suoi monumenti, le sue gallerie d’arte e i musei Firenze è davvero una città unica al mondo, simbolo dell’Italia e di uno dei periodi più ricchi della sua cultura. Il fascino unico delle vie del centro, dei palazzi che si specchiano nell’Arno di sera si unisce ai sapori di vini d’eccellenza e piatti famosi in tutto il mondo. Chi si chiede cosa vedere a Firenze sa già che troverà sul suo cammino una città fantastica di cui è impossibile non innamorarsi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here