Please wait

Buonuscita di 3,6 milioni per il figlio del ministro Cancellieri

di REDAZIONE

Una buonuscita di 3,6 milioni di euro per Piergiorgio Peluso, figlio del ministro dell’InternoAnnamaria Cancellieri. E’ la somma pagata daFondiaria Sai, la società assicurativa di Salvatore Ligresti “salvata” dall’intervento di Unipol, all’ex direttore generale, ora neodirettore finanziario diTelecom. Al braccio destro di Peluso, Gianandrea Perco, sono andati 1,7 milioni di euro. La notizia è stata anticipata dal sito di Repubblica, che sottolinea come la maga-liquidazione sia arrivata dopo “un solo anno di duro lavoro”.

Il pagamento, che grava su un gruppo prostrato dalla gestione dei Ligresti e soggetto a due ricapitalizzazioni in un anno, è avvenuto in occasione delle dimissioni di Peluso a metà dello scorso settembre ed è stata comunicata al consiglio di amministrazione nel corso della riunione della scorsa settimana. Peluso ha potuto incassare la maxi-buonuscita in virtù delle clausole contenute nel suo contratto che consentivano, in caso di cambio di controllo o di demansionamento, la possibilità di dimettersi con giusta causa e di incassare l’equivalente di tre annualità. Facoltà che Peluso ha deciso di esercitare a settembre, non rientrando una sua conferma nei programmi di Unipol nel frattempo salita sulla plancia di comando dell’ex compagnia dei Ligresti.

Il figlio del ministro Cancellieri era entrato in Fonsai nel maggio del 2011, dopo essere stato responsabile del Corporate & Investment banking di Unicredit per l’Italia, posizione dalla quale aveva trattato l’esposizione delle società della famiglia siciliana verso l’istituto di Piazza Cordusio. Proprio la conoscenza con l’ingegnere Ligresti, che lo avrebbe voluto nel gruppo, aveva agevolato il suo ingresso. Al momento del suo ingresso Peluso rappresentava dunque una figura di garanzia sia per la famiglia Ligresti sia per Unicredit, grande creditore di Fonsai, appena uscita dal fallito matrimonio con Groupama, e la famiglia Ligresti.

I rapporti tra il manager e la famiglia siciliana hanno cominciato a deteriorarsi quando Peluso, allineandosi alla posizione di Mediobanca, si è speso per una profonda azione di pulizia del bilanci di Fonsai, facendo emergere la perdita miliardaria del bilancio 2011. Dalla quale è scaturita l’esigenza di ricapitalizzazione che ha portato al matrimonio, avversato dai Ligresti, con Unipol.

FONTE: il Fatto Quotidiano

Print Friendly


Nella stessa sezione:

20 Responses to “Buonuscita di 3,6 milioni per il figlio del ministro Cancellieri” Subscribe

  1. luigi bandiera 23 Ottobre 2012 at 6:02 pm #

    ECCO PERCHE’ CI AUMENTANO LE MULTE.
    Ci credono tutti come questo..!!

    Pero’, NESSUNO CHE SI DECIDE A FERMARE QUESTO SCEMPIO..????????

  2. romain 23 Ottobre 2012 at 4:02 pm #

    la mamma ministra ci verrà a dire che lei guadagna meno del figlio, poverina

  3. valter ottello 23 Ottobre 2012 at 3:24 pm #

    se la smettiamo di fare i COGLIONI, ovvereo: ogniuno per se e gli altri “affanculo”, e ci diam da fare per RIAPPROPRIARCI del PARLAMENTO, al prossimo USCENTE, riceverà una serie di BUONA-USCITA in >>> CALCI IN CULO <<< non so quanti siano daccordo, ma io la penso così … okkioa non continuare a fare i COGLIONI ……………..

  4. Franco 23 Ottobre 2012 at 1:45 pm #

    Il “titolato! rampollo di fronte a questa cifra non ha fatto lo “schizzinoso”,tutti i giovani evocati dalla Fornero dovrebbero seguirne l’esempio !

    • Dan 23 Ottobre 2012 at 2:27 pm #

      Chi lo sa, magari lo ha pure fatto e mammà lo avrà rimproverato che lei è poveretta e più di quello non gli può garantire ricordandogli di pensare che c’è chi vive peggio di lui tipo i bambini poveri dell’Africa Nera (classico leit motiv ipocrita)

  5. Luca Diana 23 Ottobre 2012 at 1:22 pm #

    mi viene il vomito!!!!
    Verggnatevi tutti, avete ridotto il popolo alla fame e la gente si suicida. V’ANDASSERO TUTTI IN MEDICINE STI SOLDI. VE LO AUGURO CON TUTTO IL CUORE….MALEDETTI!!!

  6. Barbara 23 Ottobre 2012 at 12:43 pm #

    ed intanto il 34% degli italiani non sa di che campare
    http://dadietroilsipario.blogspot.it/2012/10/quanti-inutili-e-costosi-disoccupati.html

    • Dan 23 Ottobre 2012 at 2:28 pm #

      Se fossero veramente incazzati, se lo fossimo davvero tutti quanti, basterebbe la terza parte di quel 34% per dare il giro a tutta la baracca, ma in fondo ci piace rotolarci nel fango delle nostre miserie

      • FRANCO 23 Ottobre 2012 at 4:13 pm #

        finkè non saranno alla disperazione

      • Culitto Salvatore 23 Ottobre 2012 at 4:52 pm #

        finchè si avranno privilegi, diritti, beni, finchè si avrà qualcosa da perdere nessuno farà mai niente, quando si perderanno tali privilegi, tali diritti, sarà già troppo tardi per fare qualcosa

    • FRANCO 23 Ottobre 2012 at 4:11 pm #

      se non diventeranno il 50 per cento finkè non si muovono……..

  7. ENRICO 23 Ottobre 2012 at 12:24 pm #

    c’e’ poco da commentare….specialmente per quelli come me’ che dopo 30 anni di lavoro a 50 anni si ritrovano disoccupati …e finiti i 9 mesi di disoccupazione di euro 900 al mese si attacca al tram…trentanni di versamenti…li voglio indietro tutti!

    • Dan 23 Ottobre 2012 at 2:25 pm #

      Se li vuoi veramente indietro i tuoi versamenti non devi stare qui a lamentarti ma fare irruzione all’inps ed imporre la tua volontà.

      Abbaiare non produce risultati

  8. Borderline Keroro 23 Ottobre 2012 at 12:20 pm #

    mi pare giusto: tutti per loro. I soldi.

    • Culitto Salvatore 23 Ottobre 2012 at 4:57 pm #

      per come lo hai scritto sembra quasi che se ne dessero un po a te andrebbe tutto bene…

  9. Alessandro 23 Ottobre 2012 at 12:11 pm #

    tutto in mano ai soliti, ai parenti dei soliti e agli amici dei soliti.
    Provate / proviamo col movimento 5 stelle… io ci credo… ci voglio credere… che altro ci resta?

    • Dan 23 Ottobre 2012 at 2:23 pm #

      Il randello ci resta ma questi non si dimena nell’aria da solo come per magia, serve anche un braccio che lo faccia girare.

  10. CAROLA 23 Ottobre 2012 at 11:58 am #

    devono fare la fame questo è il minimo che possiamo augurare a tutti ” LORO” MA CHE SCHIFO

  11. Dan 23 Ottobre 2012 at 11:35 am #

    E intanto l’altra compagna di merende ci viene a dire a noi che non dobbiamo essere schizzinosi…

    • un veneto per un veneto libero 23 Ottobre 2012 at 10:33 pm #

      Chi è veneto tra di voi che urlate tanto? senza offesa per nessuno dal nord al sud sia chiaro!!!!!!!.
      è un piccolo sondaggio tanto per intenderci.
      W San Marco

Lascia un commento